Varie

Bonus luce e gas: le novità per il 2017

Il Bonus sociale elettrico e gas è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica e per il gas naturale. Introdotto dal Governo con DM 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.
Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 29.12.2016, è stato innalzato il solo bonus elettrico dal 20% (calcolato sulla spesa netta) al 30% sulla spesa media al lordo delle imposte. In altre parole, lo sconto sale a 112 euro per le famiglie di 1-2 componenti (prima era di 80 euro) a 137 per i nuclei di 3-4 componenti (prima era di 93 euro) sino a 165 euro per le famiglie con oltre 4 componenti (in luogo dei precedenti 153 euro).
Lo sconto per il bonus è riconosciuto, con compensazione direttamente operata in bolletta, sui costi sostenuti dal cliente per le bollette nell’arco dell’anno.

I requisiti per il bonus luce

Possono richiederlo:
tutti i clienti domestici, per cui le famiglie e non le imprese, professionisti, ditte individuali o società ecc, che hanno installato nella propria abitazione di residenza un contatore elettrico fino a 3 kw per i nuclei familiari fino a 4 persone e a 4,5 kw per quelli superiori a 4 persone residenti e che hanno una certificazione ISEE fino a 8.107,5 euro o a 20.000 euro se con più di 3 figli a carico;
– tutti i clienti domestici che hanno in casa una persona affetta da una grave forma di malattia che costringe all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la sopravvivenza della persona malata. In questo caso, la famiglia deve, essere in possesso della relativo documentazione rilasciata dalla ASL, oppure, di un certificato sanitario che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, il tipi, l’indirizzo presso il quale è installata e la data di installazione ed inizio all’uso da parte del cittadino.
Entrambi i bonus luce, sono cumulabili allorché ricorrano i rispettivi requisiti di ammissione al beneficio.

I requisiti per il bonus gas

Possono presentare la domanda del bonus sociale tutti i clienti domestici che hanno intestata una fornitura di gas naturale nella casa di residenza, che siano in possesso dei seguenti requisiti: ISEE pari o inferiore a 8.107,5 euro euro che sale a 20 mila euro per le famiglie numerose con più di 3 figli a carico e contatore gas non superiore a G6.
Il bonus sociale è riconosciuto solo a quelle utenze fornite da gas metano naturale distribuito dalla rete anche se in impianti condominiali, per cui, non si ha diritto allo sconto in bolletta se la fornitura è a gas in bombola o a GPL.
Il valore del Bonus Gas varia in base a diversi fattori (comune di residenza, tipologia di utilizzo del gas, componenti familiari), si può verificare la misura del valore dello sconto in bolletta mediante il Calcolo online sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.
Il bonus è determinato ogni anno dall’Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte).

Come si presenta la domanda

Ogni anno le famiglie in possesso dei requisiti ISEE, per vedersi applicato lo sconto annuale in bolletta, devono presentare la domanda bonus sociale, recandosi presso il Comune di residenza o CAF con l’attestazione ISEE, un documento di identità e compilando gli appositi moduli.

I moduli sono scaricabili dal sito SGAte cliccando sui seguenti link:

Sia il bonus luce che il bonus gas hanno una durata di 12 mesi, rinnovabili  (se continuano a sussistere i requisiti) con apposita richiesta presso il CAF o il comune di residenza.

Luigina Camilli
Laureata in Giurisprudenza presso l'Università RomaTre. Consulente legale per piccole e medie imprese. Specializzata in pratiche di recupero del credito giudiziale e stragiudiziale e di tutela del consumatore.